Morte non accidentale di un pakistano - Mario Di Vito da "Contropiano"

Santoro scrive un libro «del quinto tipo», né un romanzo né un reportage, un po’ tutti e due: c’è la narrazione, e scorre bene, ma c’è anche la volontà un po’ pedagogica del cronista. Da questo casino se ne esce con più domande che risposte, il che a volte è un pregio. Continua a leggere... about Morte non accidentale di un pakistano - Mario Di Vito da "Contropiano"

Raccontare la città visibile. Sull'ultimo libro di Giuliano Santoro - Vanessa Roghi da "Minima & moralia"

Anche le migliori intenzioni generano retoriche, luoghi comuni, false notizie. Santoro sta attento a non farlo non punta l’indice, non si appiglia alla logica del decoro. Anzi la rovescia nel suo opposto: la logica dell’indecoroso, dello stravagante, come Shazad che canta di notte in una strada di Torpignattara invece di starsene chiuso in un loculo con altri 16 pakistani. Continua a leggere... about Raccontare la città visibile. Sull'ultimo libro di Giuliano Santoro - Vanessa Roghi da "Minima & moralia"

Torpignattara quartiere aperto. «Al palo della morte» di Giuliano Santoro inchioda la xenofobia - Leonardo Neri da "Altri Animali"

Santoro viviseziona parole, quartiere e città rintracciando le origini di alcuni status quo che si danno per scontati. Il quadro che emerge è molto distante dalle rappresentazioni offerte e Al palo della morte è uno strumento preziosissimo per capire come approcciare la sfida dell’accoglienza. Continua a leggere... about Torpignattara quartiere aperto. «Al palo della morte» di Giuliano Santoro inchioda la xenofobia - Leonardo Neri da "Altri Animali"

Pages

Subscribe to RSS - antirazzismo