I templi dorati del consumo nel divenire bestiale della merce - Lorenzo Declich da il manifesto

Sul cibo, cosa di cui non si può fare a meno e che possiamo reperire sempre più solo nella grande distribuzione, i capitalisti applicano tutto lo strumentario ideologico che renderebbe vario e "pieno di opportunità" questo mondo. Dover decrittare o addirittura capire le etichette sui prodotti, o interrogare la propria serie valoriale di fronte a un cartello di Eataly che ti spiega perché quella particolare merce è buona da mangiare è un collante formidabile, in ultima analisi perché produce ansia, paura. Continua a leggere... about I templi dorati del consumo nel divenire bestiale della merce - Lorenzo Declich da il manifesto

Un modo infame di usare il cibo - Il podcast dell'incontro tra Declich e Bukowski

Il 30 giugno Wolf Bukowski e Lorenzo Declich hanno tenuto un incontro al liceo classico Carducci di Bolzano per parlare di politiche razziste e immaginari islamofobi e antisemiti a paritre dal cibo, da come viene prodotto, mangiato, usato e raccontato.

 

Eccone il podcast.

  Continua a leggere... about Un modo infame di usare il cibo - Il podcast dell'incontro tra Declich e Bukowski

Di porco, porci e crociate "sante" - Valerio Renzi da DinamoPress

Inneggiamo al maiale perché fa parte del nostro paesaggio culturale e alimentare, dove conquista una centralità altrove sconosciuta. Il maiale diventa così non solo il totem di un rito di abbondanza e comunione, ma arma a disposizione dei nuovi crociati e delle bramosie di un mercato in cerca costante di nuove mode e della creazione di nuovi bisogni. È questa la storia raccontata da Wolf Bukowski. Continua a leggere... about Di porco, porci e crociate "sante" - Valerio Renzi da DinamoPress

La «merenda alla mortadella» unge di razzismo e islamofobia le pagine dei giornali

Il ruolo della stampa locale e nazionale nella costruzione del nemico pubblico dell’italianità suina è ampiamente documentato ne La santa crociata del porco di Wolf Bukowski (appena uscito per le edizioni Alegre nella collana Quinto Tipo diretta da Wu Ming 1). Continua a leggere... about La «merenda alla mortadella» unge di razzismo e islamofobia le pagine dei giornali

Del maiale nostrano non si butta via nulla, neanche il razzismo - Daniela Ranieri da Il fatto quotidiano

Mangiare maiale, spiega Bukowksi è un condizionamento del cristianesimo , dunque per nulla un atto “laico”. Questa finta opera di laicizzazione del credente maschera una sua trasformazione in consumatore. Ancora una volta, ma in forma di farsa come previsto da Marx, non è la Ragione, ma la legge della Struttura, il Mercato, a fagocitare le Sovrastrutture e i principi delle comunità. Continua a leggere... about Del maiale nostrano non si butta via nulla, neanche il razzismo - Daniela Ranieri da Il fatto quotidiano

Quattro ipocrisie da sfatare sui fatti di Gorino

La comprensione delle cause di lungo periodo non può trasformarsi in un alibi sociologizzante per tradurre la comprensione in assoluzione. Perfino Benedetto Croce – ci mise del tempo, ma alla fine lo capì – fu capace di dire che per quanto il fascismo fosse un prodotto della storia ciò non comportava la sua accettazione morale e politica Continua a leggere... about Quattro ipocrisie da sfatare sui fatti di Gorino.

Morte non accidentale di un pakistano - Mario Di Vito da "Contropiano"

Santoro scrive un libro «del quinto tipo», né un romanzo né un reportage, un po’ tutti e due: c’è la narrazione, e scorre bene, ma c’è anche la volontà un po’ pedagogica del cronista. Da questo casino se ne esce con più domande che risposte, il che a volte è un pregio. Continua a leggere... about Morte non accidentale di un pakistano - Mario Di Vito da "Contropiano"

Pages

Subscribe to RSS - antirazzismo