Wu Ming 1

Emerso dalle paludi del basso Ferrarese, vive a Bologna dai primi anni Novanta. È membro del collettivo di scrittori che col nome «Luther Blissett» firmò il romanzo Q e nel 2000 si ribattezzò «Wu Ming». Con tutta la banda ha scritto 54, Manituana, Altai, Anatra all'arancia meccanica, L'Armata dei Sonnambuli e L'invisibile Ovunque (tutti con Einaudi). Come solista è autore del romanzo New Thing (Einaudi, 2004), del reportage narrativo Cent'anni a Nordest. Viaggio tra i fantasmi della «guera granda» (Rizzoli, 2015) e di Un viaggio che non promettiamo breve. Venticinque anni di lotte No Tav (Einaudi, 2016). Con Roberto Santachiara ha scritto Point Lenana (Einaudi, 2013). Dirige per le  Edizioni Alegre la collana Quinto Tipo, dedicata a narrazioni ibride e non-fiction creativa.

Articoli : 

#QuintoTipo una collana di "oggetti narrativi non identificati"

Noi vorremmo cercare e avvistare oggetti narrativi non-identificati, mandare segnali, stabilire un contatto con le intelligenze aliene al mainstream che li hanno prodotti, e se possibile cooperare per pubblicarli. Non ci interessano gli UFO (o magari sì, dipende), ma gli UNO. Unidentified Narrative Objects. Continua a leggere... about #QuintoTipo una collana di "oggetti narrativi non identificati"

Per incontri del Quinto Tipo sempre più ravvicinati e collettivi

«Del "quinto tipo", in ufologia, sono gli incontri ravvicinati dove avviene una comunicazione diretta, bidirezionale e collaborativa fra terrestri e intelligenze aliene, in seguito a una consapevole iniziativa da parte terrestre. Se cerchi un oggetto volante non-identificato, lo avvisti, gli mandi un segnale, ottieni una risposta e si stabilisce un contatto, siamo già nel quinto tipo. Continua a leggere... about Per incontri del Quinto Tipo sempre più ravvicinati e collettivi